giovedì 23 giugno 2011

“Il soldato bianco”, di Andrea Pomella.


“Il soldato bianco”
di Andrea Pomella
Aracne Editrice, 2008
pp. 112, brossura
€ 8,00


Settembre 1943. Durante lo sbarco in Italia delle forze alleate, quattro soldati dell’esercito americano ricevono l’ordine di ispezionare una piccola isola nel mare di Sardegna. La spedizione – comandata da un sergente italo-americano lacerato dal ricordo di una paternità negata – sbarca alle prime luci dell’alba. È un caldo giorno di fine estate. Ad accogliere i soldati c’è una natura ipnotica, l’incendio dei colori del Mediterraneo e una città fantasma in cui ogni forma di vita sembra essersi interrotta di colpo, «come se il tempo si fosse fermato nell’attimo dell’estinzione». L’unico sopravvissuto alla misteriosa sparizione collettiva è Bastia’, il soldato bianco, un bambino di dodici anni con una canottiera e un cappello troppo grande da caporale dell’esercito tedesco.