venerdì 10 settembre 2010

"L'astronomia egizia. Dalle scoperte archeologiche alla misurazione del tempo", di Carlo Gallo.


"L'astronomia egizia. Dalle scoperte archeologiche alla misurazione del tempo"
di Carlo Gallo
Franco Muzzio Editore, 2010
pp. 196, ill., brossura
€ 18,00

Nella prima parte vi è un'introduzione storica alla scoperta archeologica dell'Egitto che raggiunge il suo apice con la decifrazione della scrittura geroglifica e che ha lo scopo di portare il lettore sul problema centrale dell'egittologia, in cui l'astronomia ha avuto un ruolo fondamentale: la cronologia assoluta. Non vi è storia senza cronologia e quella egizia deve agli astronomi la sua determinazione che si basa esclusivamente su alcune date egizie riguardanti le levate eliache della stella Sirio. La seconda parte del libro ci porta ai primordi della scienza del cielo, e dunque all'astronomia dei sacerdoti egizi, tramite una trattazione approfondita di argomenti come il calendario, gli strumenti, gli orologi stellari diagonali e quelli ramessidi; termina con le costellazioni e i pianeti, ottenendo il risultato di un'esposizione molto completa tale da soddisfare il lettore più esigente. Particolarmente interessante è il congruo numero di illustrazioni, molto curate, che accompagnano il testo e che hanno lo scopo di renderlo più scorrevole e comprensibile: i coperchi dei sarcofagi, i soffitti dei templi e delle tombe sono indubbiamente pagine astronomiche molto affascinanti.