martedì 8 marzo 2011

8 marzo


Oggi, Giornata della Donna, ricordiamo chi non è fortunata come noi: chi subisce discriminazioni, chi è costretta a portare il burqua, chi è costretta a non vestirsi come vuole, a non poter uscire da sola (se non accompagnata), a chi non può guidare, a chi subisce mutilazioni sessuali, a chi è costretta a far figli (per non essere considerata indegna), a chi muore di parto (in condizioni disumane).

Donne festeggiamo loro e lottiamo per loro, non riduciamoci a serate puerili, usiamo questo giorno con intelligenza.

Chiara D'Amico