venerdì 8 febbraio 2013

Pillole di Scienza: Anders Celsius


Fino al 1948 tutti gli scienziati del mondo hanno lavorato con temperature in gradi centigradi. In quell'anno però si decise di rinominare la scala in onore di Anders Celsius, un astronomo svedese del diciottesimo secolo.
Celsius, che proveniva da una famiglia di scienziati, aveva studiato matematica, astronomia e fisica all'Università di Uppsala ed era professore di astronomia nel 1730.
Pubblicò importanti lavori sull'aurora boreale (la luce del nord) e sulla grandezza delle stelle.




Anders Celsius (Uppsala, 27 novembre 1701 – 25 aprile 1744) 

Nel 1730 Celsius descrisse una scala termica basata sulla divisione in 100 parti dell’intervallo tra il punto di congelamento e quello di ebollizione dell’acqua. Se egli realmente divise la scala, comunque, è oggetto di controversia. Una persona che rivendicò di aver inventato la scala era una amico e protetto di Celsius, il botanico Linnaeus.

Celsius utilizzò la fusione della neve per fissare la temperatura più bassa della sua scala, ma curiosamente la marcò come 100. Il punto superiore, il punto di ebollizione dell’acqua, fu segnato come lo 0. Dal giugno 1743 il termometro svedese basato su questa scala fu regolarmente usato per osservazioni all'Università di Uppsala.
Nel 1747, pochi anni dopo la morte di Celsius, Linnaeus invertì la scala in modo che il punto di congelamento dell’acqua fosse a 0°C.


Pillole di Scienza, un'idea di Chiara D'Amico



PS:

Segui Libri, che passione! anche su Facebook (gruppo e pagina), Google+ (gruppo e community e profilo personale), Twitter (ChiaraDAmico1), Tumblr (chiaradamico1) e Pinterest (Chiara D'Amico)