martedì 5 maggio 2015

Domani il seminario "L'Etna vista con gli occhi dei «social media». Ed il lavoro dell'INGV" all'INGV-Osservatorio Etneo a Catania



Marco Neri, vulcanologo dell’INGV-Osservatorio Etneo di Catania, terrà domani 6 maggio il seminario “L’Etna vista con gli occhi dei «social media». Ed il lavoro dell’INGV”.
L’evento si svolgerà presso la sede dell’INGV-Osservatorio Etneo, in Piazza Roma n. 2 a Catania, alle ore 17,45 e sarà aperto al pubblico.
Nel corso dell’incontro si parlerà del lavoro di monitoraggio e ricerca svolto dagli  esperti dell’Istituto Nazionale di Geologia e Vulcanologia e di come questi si pongano in relazione con la Protezione Civile.

Durante il seminario il Dott. Neri spiegherà come il mondo dell’informazione acquisisce le comunicazioni scientifiche puntando l’attenzione a come queste vengono spesso distorte sui vari siti e social network fornendo, così, un’informazione sbagliata che punta solo a fornire titoli allarmistici privi di qualsiasi fondamento scientifico.
Nel corso della disamina si occuperà della “funzione” svolta da tanti appassionati fotografi che inviano agli studiosi dell’INGV foto ed informazioni. Questo tipo di collaborazione viene vista positivamente dai ricercatori. 

«È stato un lavoro per me nuovo (non sono un giornalista), ma appassionante. - ha dichiarato Marco Neri, vulcanologo INGV-Osservatorio Etneo - In fondo, anche io mi sento un po’ giornalista quando racconto un fatto in una pubblicazione. Solo che in questo caso mi sono soffermato a riflettere sulla responsabilità che abbiamo verso il mondo esterno, che merita di non essere allarmato, ma informato.
Penso che uno scambio di idee, anche un dibattito, su questi temi non possa fare altro che chiarire ed evitare incomprensioni, che purtroppo sovente si affacciano quando l'informazione è data in modo parziale o incompleto».



PS:
Segui Libri, che passione! anche su Facebook (gruppo e pagina), 
Google+ (gruppo e community e profilo personale), Twitter (ChiaraDAmico1), 
Tumblr (chiaradamico1) e Pinterest (Chiara D'Amico)