lunedì 2 settembre 2013

Verso la III guerra mondiale?

Mi chiedo quale sia il ruolo dell'ONU. Milioni di vittime in guerre fratricide in Africa e i Caschi Blu senza muovere un dito. Strage di civile con gas nervino sarin in Siria, ma qui si aspetta l'esito delle analisi. A livello storico, il processo di Norimberga, che si è svolto dal 20 novembre 1945 al 1º ottobre 1946, doveva segnare un precedente di notevole importanza, un monito per tutti i dittatori che in futuro avrebbero preteso un posto nella storia tant'è, però, che di dittatori da Nicolae Ceauşescu, fucilato nel 1989, a tanti altri che hanno insanguinato e insanguinano l'Africa e l'Oriente, hanno fatto e fanno il loro comodo. 


La strage, però, dello scorso 21 agosto in Siria ad opera delle truppe comandate da Assad con mezzi non convenzionali, gas nervino sarin, apre nuovi orizzonti davvero drammatici per il Mondo intero. Da più parti si alza il monito del rischio della III guerra mondiale, dato che la Russia ha alzato un inspiegabile veto all'uso della forza, e l'Iran ha garantito il suo appoggio alla Siria stessa. Cosa succederà lo scopriremo solo vivendo. Da una parte il presidente USA Obama spinge ad un attacco, dall'altro l'Italia aspetta il benestare dell'ONU. Intanto Israele rafforza le sue difese lungo i confini e il Mediterraneo è solcato da navi da guerra americane. 
Il nostro prossimo futuro sarà scritto sui libri di storia. Mi auguro che sia un futuro di pace, ma di quella vera per tutti, perché una guerra a carattere mondiale significherebbe la fine del mondo.

Chiara D'Amico