giovedì 1 luglio 2010

ACANTHA

ACANTHA

Microcosmo
contrapposto
come ate chiusa.
Ho il sospiro
che allarga
a tuo sorriso atteso
di riflessinclinati.
Solo lieve soffio
unico di raggio
riveste ànemos
trasformazione
che sa amare
in macrocosmo
benevolo.
Come Acantha
mi spoglio
di velluto superfluo
assorbo nettare
impalpabile genero
in universalesterno
energie osmotiche
a visiamari
per dolcessere.

Silvia Calzolari